PAESTUM, “BANANA BOAT FESTIVAL” AL DUM DUM REPUBLIC: TRE GIORNI DI MUSICA E LIVE SET

Dal Cotton Club di New York a Kansas City, passando per Harlem, per poi contaminarsi con la worl music del Dum Dum Republic. Tra Jamaican Boogie, Calypso, Swing, R’n’B, Tropicalismi, Afrobeat e sonorità vintage anni ’50.

Un week end da urlo all’happy island del Cilento, la repubblica degli spiriti liberi, pronta ad infiamma gli animi con il Banana Boat Festival.

Un vero e proprio giro di giostra, per tre giorni di straordinaria musica dal vivo, tra live set, performing act, il Portobello Dum Dum e il bistrot sul mare, la Kitchen più rock’n’roll del Cilento.

“Tirate fuori dagli armadi i vestiti retrò, gli ampi abiti a pois e a fiori, le scarpe stringate bicolore e le bretelle, per un look in pieno stile Fifties! Preparatevi ad un weekend tutto da ballare, tra world music e la più bella musica anni ’50. Sta per iniziare il Banana Boat Festival!”, afferma Biancaluna Bifulco, titolare e fondatrice del Dum Dum Republic.

Il Dum Dum Republic celebra il valore della Libertà all’insegna della musica che diventa aggregatore sociale contro le barriere e la discriminazione: l’arena che sorge sul mare si proietterà, infatti, in una “ballroom” americana anni ‘50, dove tutti ballano mentre l’orchestra suona dal vivo, in un incrocio con i suoni del mondo.

Il cartellone

Concerto al tramonto, domenica 24 aprile, con gli straordinari The Uppertones: una band strepitosa, che travolgerà la platea con il sound nato in Giamaica negli anni ’50, tra R’n’B e boogie giamaicano, calypso e mento, influenzato dal rock’n’roll e rhythm & blues americano: suoni da cui è nato il genere ska, che ha poi originato il rock steady e il reggae. Un trio potente, formato da trombone, piano e batteria, che fonde lo swing con lo stile jamaicano, che porterà al Dum Dum il nuovo lavoro discografico “Easy Snapping”.

L’open act, sia domenica 24 che lunedì 25 aprile, sarà affidato a Dj PANKO e a MissPia Vintage Dj, la prima ed unica indiscussa lady dello scratch, tra pin Up anni ’50 e rockabilly, con il suo incredibile gusto per il vintage e la fantastica ironia che rendono le sue performance travolgenti e divertenti.

Piedi scalzi, immersi nella bellezza del panorama naturale, per dare sfogo alla fantasia e alla libertà mentale, lasciandosi trasportare dalla musica dal fascino di MissPia e il suo favoloso mondo.

Carismatica e solare, in lei la maschera e la donna si fondono in pura espressione artistica.  Un personaggio a metà tra Bettie Page e Keely Smith: con la bellezza della prima e l’ironia della seconda. Un filo di rossetto rosso, il viaggio con la fedelissima amica Louise, l’ombrellino posizionato vicino ai piatti e i 45 giri in vinile che iniziano a girare, con un mood elegante e seducente, pieno del calore avvolgente delle terre del sud, in un incrocio tra Puglia e Campania.

“Il Dum Dum Republic è casa. Ogni volta accade sempre una magia”, afferma MissPia.

La sensibilità che la caratterizza si evidenzia nella capacità di scegliere il mood giusto al momento giusto: la ricercatezza nella scelta del brano musicale più adatto crea così un’atmosfera ogni volta diversa, potente e mai leziosa. Il vinile è il filo conduttore delle sue serate a base di musica in cui qualcosa di assolutamente familiare crea atmosfere d’antan e ironiche rievocando passato, presente e futuro, tutti riuniti per un evento unico nel suo genere: swing, rock’n’roll, rockabilly, beat.

Il sound di MissPia parte da Edith Piaf, Etta James, Louis Prima, Sam Butera agli Sha Na Na, Royal Crown Revue, Chuck Berry, Nick Curran, Kitty Daisy & Lewis, per poi passare alla musica italiana da Buscaglione ai the Primitives, the Rokes, ecc..

A fare da fil rouge per l’intero week end a partire già da sabato 23 aprile, Dj PANKO direttamente da Barcellona, che sbarcherà al Dum Dum Republic con gli amici dell’Ariano Folk Festival. Dopo aver girato il mondo e fatto ballare migliaia di persone dalla Grecia alla Norvegia, dal Messico alla Nuova Zelanda, dalla Colombia al Giappone, Panko colpisce ancora e arriva sulla nostra spiaggia con una valigia piena di flamenco, elettronica, funk e soul.

Lunedì 25 aprile si alternerà in consolle Eddy De Marco, con il suo dj set in vinile e l’immancabile trombone, tra rock’n’roll and beat anni ’60, accompagnato dai ballerini di Lindy hop Andrea Martinucci e Francesca Caggiano.

A colorare la scenografia i suggestivi mercatini vintage ed eco-friendly di Portobello Dum Dum, ispirato alla filosofia green del beach club: un angolo dove la fantasia e la creatività di giovani designer può trovare espressione, accompagnati dal food del Dum Dum Republic, con il ristorante on the beach ispirato al chilometro zero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.