NAPOLI, LAVORATRICI MENSA DEL PASCALE IN SCIOPERO SALGONO SUI TETTI: “PAGHE RIDOTTE”

Lavoratrici della mensa dell’Istituto nazionale tumori Pascale di Napoli in sciopero. La nuova azienda dell’appalto ristorazione è subentrata a Dicembre. “Ha lasciato a casa senza lavoro lavoratrici e lavoratori dal cambio di appalto – denuncia il Si Cobas che sostiene la mobilitazione – Ha ridotto le paghe riducendo gli scatti di anzianità e con altre mancanze in busta paga. È andata per sei mesi a risparmiare sulle ore di lavoro del personale causando inevitabili disservizi ai degenti, cercando di recuperare i vuoti di personale spostando lavoratori da altri cantieri”

“È inaccettabile che in un appalto pubblico di questo tipo – continua il sindacato di base – dove si forniscono i pasti a malati in condizioni molto delicate, sia privilegiato il guadagno delle aziende appaltatrici, in danno alla tutela dei livelli occupazionali”.

Gli addetti alla mensa e iscritti al Si Cobas precisano che garantiscono i pasti agli  ammalati “ma intendiamo far comprendere a tutti che non siamo disposti  a far calpestare i nostri diritti”.

“Non accettiamo che anche una sola nostra collega, subentrata alla madre deceduta rimanga senza lavoro perché l’azienda deve risparmiare uno stipendio. Non accettiamo di essere sottopagati, non accettiamo di essere messi uno contro l’altro per un turno o per  un’ora di straordinario, non accettiamo di essere presi in giro, con promesse di cambiamenti puntualmente rimandate. Chiediamo perciò che siano immediatamente risolte tutte le problematiche che abbiamo rappresentato”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.