COSTO LAVORO E DECONTRIBUZIONE AL SUD, RUMMO: “SCADENZA VICINA, GOVERNO BATTA UN COLPO”

“La scadenza del 30 giugno si avvicina e non è ancora chiaro se sarà possibile rinnovare, e in che modo, la misura per la decontribuzione del 30 per cento a favore delle aziende meridionali così come auspicato dal ministro Carfagna e fissato addirittura in legge di bilancio”.

Così Cosimo Rummo, patron della Rummo SPA specializzata nella produzione e commercializzazione di pasta di alta qualità, alla vigilia del termine oltre il quale la Commissione europea vieterebbe un’ulteriore deroga alle regole sugli aiuti di Stato.

“Sappiamo che il governo italiano si sta impegnando perché si superi questo vincolo – prosegue Rummo – ma non abbiamo visibilità di quanto sta accadendo e non vorremmo ritrovarci all’ultimo momento di fronte a un divieto insormontabile”.

“Le conseguenze economiche della guerra, come l’aumento delle materie prime e del costo dell’energia, impattano negativamente sul nostro sistema industriale già provato dal Covid e non possiamo assolutamente consentirci – conclude Rummo – di abbassare la guardia su argomenti sensibili come il costo del lavoro”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.