CONTRABBANDO INTERNAZIONALE DI CARBURANTE E ALCOL: INDAGINI TRA FOGGIA, NAPOLI E AVELLINO

Beni, mobili e immobili, per un valore complessivo pari a 1,2 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri a 19 persone, residenti tra le province di Foggia, Avellino e Napoli oltre che in Polonia e Croazia, considerati i componenti di una associazione per delinquere finalizzata al contrabbando internazionale di prodotti energetici e alcolici.

Secondo quanto emerso dalle indagini, dirette dalla procura di Foggia e coordinate dall’agenzia europea per la collaborazione giudiziaria penale (Eurojust), a Foggia e in alcuni comuni della provincia sarebbe stato attivo un gruppo specializzato nel contrabbando di gasolio e alcolici con ramificazioni all’estero.

Sarebbero stati contrabbandati evadendo le accise: gasolio agricolo in favore di chi non ne aveva diritto, solvente e diluente per vernici di produzione estera, del tipo “thinner”, destinato illecitamente all’autotrazione e alcol etilico, proveniente dalla Polonia dichiarato come disinfettante ma destinato all’uso alimentare, quindi assoggettabile ad imposta. I terminali del sistema di frode transnazionale era la Polonia Paese con cui da subito è iniziata una “cooperazione con i gli organi inquirenti”.

Sono stati sequestrati più di 448.000 litri di prodotti energetici (solventi, alcol e gasolio), pronti per essere illecitamente immessi in commercio, 25 automezzi e 2 depositi. L’attività investigativa ha accertato una evasione fiscale pari a di 1.156.000 euro in materia di Iva e più di 3.361.000 di euro in materia di imposte dirette.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.