NAPOLI, TROVATO IL CORPO DI ANDREA COVELLI: UCCIDERE E SEPPELLIRE NELLE DINAMICHE DEI CLAN

Quello che si temeva è accaduto: il corpo di Andrea Covelli, 27 anni, ritrovato senza vita a Pianura. Colpi di arma da fuoco e corpo sepolto sotto la terra per un giovane che potrebbe essere la nuova vittima della faida di Napoli ovest.

Dopo le manifestazioni dei familiari per la scomparsa e dopo l’insolito appello “ridatecelo vivo o morto” (sapevano già di un pericolo?), la salma è stata trovata dalla polizia in via Pignatiello e poi riconosciuta. Barba e occhiali da gangster ma “un bravo ragazzo che lavora nell’autolavaggio” e un fratello considerato vicino al clan Carillo-Perfetto, eredi dei Marfella-Pesce, e oggi in piena lotta contro i Calone.

Dopo Zarra e Marmoreo questa potrebbe essere considerata la terza vittima di una faida che potrebbe rompere gli argini e aprire a una fase di far west nell’area occidentale della città. La modalità di questo omicidio non è nuova quando si vuole “punire” per uno sgarro o per mandare un segnale ai nemici.

Antonio Natale, 22 anni, scomparve a Caivano il 4 ottobre 2021 e fu ritrovato sepolto dopo due settimane nei pressi di un campo rom. Nel 2016 a San Giovanni a Teduccio il 18enne Vincenzo Amendola dopo 15 giorni dalla sua scomparsa fu trovato sepolto sotto il terreno adiacente ad una scuola: per quell’omicidio furono condannati Gaetano Formicola e Giovanni Tabasco a 30 anni di carcere.

Uccidere e seppellire in una perenne guerra per controllare i marciapiedi dei quartieri dove si vende droga e si consuma disperazione. Ormai è necessario intervenire per fermare la nuova, ennesima faida in questa città.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.