NAPOLI, OSSERVATORIO CENTRO STORICO SITO UNESCO. MANFREDI: “COMPLETARE I 29 PROGETTI”

Presieduta dal presidente Gennaro Rispoli, si è svolta oggi nella sala del Consiglio comunale di via Verdi la prima riunione programmatica dell’Osservatorio permanente per il Centro Storico di Napoli – sito Unesco, con la partecipazione del Sindaco Gaetano Manfredi. Presenti, insieme alle vice presidenti Iris Savastano e Maria Grazia Vitelli, anche la presidente del Consiglio comunale Vincenza Amato.

Più volte su questo giornale sono state pubblicate le denunce di cittadini e del consigliere municipale Armando Simeone sullo stato di alcune zone del centro storico che rientrano nel “patrimonio Unesco”: da San Giovanni a Carbonara a Forcella con strade soffocate da rifiuti e degrado.

Il Sindaco Manfredi ha sottolineato “il ruolo strategico dell’Osservatorio rispetto alle politiche dell’Amministrazione: il centro storico è patrimonio Unesco non solo nella sua parte materiale, ha ricordato il Sindaco, ma anche nella parte immateriale. Due le azioni principali da mettere in campo: il completamento dei 29 progetti che riguardano altrettanti siti del centro storico e l’aggiornamento del piano di valorizzazione e tutela del centro storico da sottoporre all’Unesco, indicando una serie di priorità nell’ambito della salvaguardia delle caratteristiche peculiari del centro storico, a partire dalla tutela delle sue tradizioni, dell’identità e dei suoi abitanti”.

“Educazione delle giovani generazioni al rispetto della storia della città”, recupero della Napoli scientifica e del valore della cultura in senso “alto” sono “i cardini fondamentali del lavoro che l’Osservatorio è chiamato a svolgere”, secondo il presidente Rispoli, partendo dalla collaborazione con gli uffici dell’Amministrazione, con le Municipalità e con le commissioni consiliari, comunicando alla città i progetti già conclusi e accompagnando il completamento di quelli ancora in corso.

Di collaborazione ad ampio raggio, con apertura di un dialogo anche con le associazioni e gli organismi che rappresentano le categorie produttive e definizione chiara degli obiettivi a medio e lungo termine da realizzare hanno parlato anche le vice presidenti Maria Grazia Vitelli e Iris Savastano.

Per i presidenti delle Municipalità 2 Roberto Marino e 4 Maria Caniglia e per i membri dell’Osservatorio oggi intervenuti – Carlo Migliaccio (Insieme per Napoli Mediterranea), Fulvio Fucito (Manfredi Sindaco), Massimo Pepe (Azzurri Noi Sud Napoli Viva), Rosario Palumbo (Cambiamo) – insieme al presidente della commissione Cultura Luigi Carbone, occorre “definire le priorità di intervento e lavorare sulla quotidianità eliminando i principali ostacoli che impediscono una piena valorizzazione del territorio che rientra nella competenza dell’Osservatorio”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.