NAPOLI, TENSIONI DOPO OMICIDIO ANDREA COVELLI: QUESTA MATTINA OPERAZIONE DI POLIZIA A PIANURA

Dopo l’omicidio di Andrea Covelli è alta tensione a Pianura tra i clan in guerra. Questa mattina operazione della Polizia a Napoli nell’ambito della quale sono in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare, emesse dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione distrettuale antimafia.

Gli arrestati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, tentato omicidio, estorsione, detenzione e porto di armi da fuoco, associazione finalizzata al traffico ed alla distribuzione di sostanze stupefacenti, reati tutti aggravati dal metodo mafioso.

“Un forte plauso alle forze dell’ordine e alla magistratura che questa mattina hanno liberato il nostro territorio da numerose metastasi che, speriamo, restino in carcere a lungo -ha dichiarato Luigi Cuomo portavoce dell’associazione antiracket di Pianura dedicata alla memoria di Gigi e Paolo-. Qualche giorno fa abbiamo sollecitato l’intervento forte e autorevole e ampio dello Stato. Ritenevamo che non fosse più possibile continuare a vedere questi personaggi scorrazzare liberamente sparando e intimidendo il quartiere.  Con questa operazione – ha proseguito Cuomo – possiamo affermare con convinzione profonda che lo Stato c’è e che a Pianura questa mattina lo ha affermato con forza”.

“Ai cittadini onesti del nostro territorio -ha dichiarato Domenico Giordano, presidente della prima associazione antiracket della Regione Campania nata vent’anni fa proprio a Pianura- adesso spetta il compito di riprendersi e difendere la propria libertà, come da vent’anni l’associazione antiracket a Pianura ha indicato in modalità e percorsi. Bisogna esprimere in modo corale una grande riconoscenza e gratitudine – ha proseguito Giordano- ai vertici delle forze dell’ordine provinciale, al commissariato di Polizia e alla caserma dei Carabinieri di Pianura, alla Direzione distrettuale antimafia e al Prefetto di Napoli, che ha seguito con tutta l’attenzione del caso queste ultime fasi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.