NAPOLI, AL VOMERO PARCO MASCAGNA CHIUSO AI CITTADINI: CANCELLI SBARRATI PER MAMME E BIMBI

Mugugni e malumori tra gli abitanti della collina, circa 120mila residenti che popolano i quartieri del Vomero e dell’Arenella, la maggior parte dei quali sono rimasti in città, a ragione del fatto che ancora una volta nella mattinata odierna, come peraltro già accaduto in passato, i cancelli d’acceso al parco Mascagna, già giardini di via Ruoppolo, nonostante la bella giornata di sole, con temperature anche superiori ai 30 gradi centigradi, sono rimasti chiusi.

A intervenire sulla vicenda è ancora una volta Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero, che da lustri segue le vicende di uno dei pochi parchi attrezzati della zona e che, in occasione della chiusura dello stesso parco, protrattasi per 250 giorni,  per la messa in sicurezza di  alcune alberature, ebbe anche a promuovere una petizione online che raccolse oltre 600 firme.

“Bisogna – sottolinea Capodanno – comprendere lo stato d’animo dei residenti e dei tanti che insieme a loro hanno combattuto in passato per la riapertura del parco, rimasto chiuso per oltre otto lunghi mesi, nonché alle polemiche che sono sortite, nell’occasione, per le condizioni nelle quali il parco è stato restituito. Una ventina furono le alberature tagliate lasciando in sede solo i ceppi, in qualche caso trasformati in una sorta di sedile, con ampie zone esposte al sole, dal momento che ai pochi alberelli piantumati in sostituzione occorreranno anni prima di crescere e dare un poco di frescura ai frequentatori, molte le aiuole prive di erba e brulle con terreno costipato mentre la fontana che offriva un poco di refrigerio è rimasta ferma e svuotata  e alcuni giochi per i bambini sono da tempo rotti e  avvolti con reti di plastica”. 

“Orbene bisogna intendersi – prosegue Capodanno – perché, fermo restando che la priorità è quella di garantire la sicurezza dei cittadini, è necessario anche informare idoneamente gli interessati dei motivi che stanno alla base della chiusura, laddove stamani sui cancelli sbarrati dell’ingresso su via Pacio Bertini non risultava affisso neppure un avviso per motivare il provvedimento e in tanti, tra i quali molte mamme con bambini in carrozzina, vista la bella giornata di sole, si chiedevano da cosa era determinata quest’ennesima chiusura, non immaginando, proprio a ragione delle ottime condizioni climatiche, che potesse essere stata determinata da un’allerta meteo ” .

“Non è neppure sfuggito ai presenti – puntualizza Capodanno – il fatto che il cancello di accesso al parco posto su via Angelica Kauffmann era invece aperto e lungo il viale interno risultavano parcheggiate ben due autovetture. Di chi siano e come  abbiano fatto i due automezzi ad arrivare nel parco resta un mistero, anche perché tutta l’area posta intorno alla recinzione è pedonalizzata e dunque le autovetture non potrebbero neppure transitare. Un mistero per risolvere il quale si richiama l’attenzione degli uffici competenti”.

Sul “verde negato” nell’ambito della municipalità collinare, che non riguarda solo i parchi che permangono in pessime condizioni manutentive ma anche le aiuole e le alberature stradali con tante fossette vuote o col solo ceppo, Capodanno sollecita ancora una volta il sindaco di Napoli Manfredi ad assumere provvedimenti consequenziali, sollevando dall’incarico l’assessore comunale al verde Santagada, permanendo – in qualche caso come per il parco Mascagna addirittura aggravato – lo stato di degrado e d’abbandonò nel quale versa il verde cittadino, dopo che sono trascorsi ben dieci mesi dall’insediamento dell’attuale amministrazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.