MILAN-NAPOLI, “TERRONE DI M.” AL GIORNALISTA: LOMBARDI SPIEGA I MOMENTI DELLA DIRETTA A SAN SIRO

Il giornalista Marco Lombardi nel momento della diretta a San Siro

G. M. – Un’aggressione verbale, poi l’insulto “terrone di m.”. Il giornalista di CalcioNapoli24 Marco Lombardi era in diretta a San Siro per Milan-Napoli quando un tifoso rossonero ha iniziato a inveire e poi lo ha insultato con il classico epiteto “terrone di m.” che raggiunge i napoletani al Nord.

“Prima di quel tizio l’atmosfera era festosa e i tifosi milanisti erano scherzosi – racconta Lombardi mentre è in viaggio di ritorno da Milano – e molti napoletani hanno visto la partita insieme a quelli rossoneri in tribuna indossando la maglia del Napoli senza problemi (il riferimento è alla vicenda del bambini a Firenze, ndr)”.

Si tratta del gesto isolato che però si aggiunge ad altri episodi simili nei confronti di giornalisti come di tifosi avversari in trasferta. “Il tizio per fortuna si è dileguato dopo l’interruzione della diretta – continua – convinto dai suoi amici perchè continuava”. Lombardi ha mantenuto aplombe e calma nonostante l’aggressività verbale”.

Sull’agibilità per i cronisti sportivi per fare collegamenti e dirette video fuori agi stadi, ricordando anche il caso della giornalista colpita da uno schiaffo sul sedere sempre a Firenze, Lombardi aggiunge: “in un mondo utopistico dovrebbe essere la normalità quello che andiamo a fare – sottolinea – ma guardando la realtà è meglio prendere precauzioni. Come ha detto il capo della comunicazione del Napoli ignoranti e persone becere sono ovunque”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.