NAPOLI, IN 15MILA IERI CONTRO CARO BOLLETTE E GUERRA: “SANZIONATI” ENEL, SUPERMERCATI E BANCHE

Hanno sfilato in 15mila ieri per la manifestazione Insorgiamo di Napoli promossa dal Movimento 7 Novembre e dal Collettivo GKN, operai SiCobas, FGC e altri aderenti Friday For Future, Movimenti per il diritto all’abitare di Roma e altre realtà del Sud. Hanno sfidato maltempo e pioggia per un corteo che ha messo al centro la lotta alla guerra, al caro bollette e all’inquinamento dei territori.

Azioni di lotta e tensioni per tutti il corteo lungo via marina durante i sanzionamenti con torce, fuochi d’artificio, vernice fuori il Banco di Napoli, catene di supermercati e sede dell’Enel.

Il corteo ha completato a Piazza Municipio, all’ingresso del Municipio dove i disoccupati hanno assediato il portone e le forze dell’ordine per ricordare la loro lotta e la necessità di formazione e lavoro socialmente necessario per i disoccupati di lunga durata.

Una manifestazione che è un processo che fa appello a tutti e tutte di unirsi alla piazza. Non sarà delegando a nessuno né tanto meno ad una sinistra che vuole recuperare verginità politica che possiamo combattere gli effetti della crisi. Solo il protagonismo dei lavoratori e lavoratrici, disoccupati/e e masse impoverite dalla crisi e la loro organizzazione potranno essere all’altezza di questa fase storica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.