A NAPOLI ARRIVA IL PREMIO NOBEL PER LA PACE 2018 DENIS MUKWEGE: 3 GIORNI DI INCONTRI ED EVENTI

Il Premio Nobel per la Pace 2018, dottor Denis Mukwege, sarà in visita a Napoli dal 5 al 7 dicembre accompagnato dal Console Angelo Melone.

La tre giorni del dott. Mukwege nel napoletano si aprirà nella serata di lunedì 5 presso il Palazzo Reale di Napoli. Il Console Angelo Melone, si è reso promotore de La Nuit de la Paix, un evento presso il prestigioso Teatro di Corte in onore del dottor Denis Mukwege e della sua missione di assistenza nell’est della Repubblica democratica del Congo. 

Nel corso della serata il Sindaco Gaetano Manfredi conferirà al Premio Nobel la Medaglia della Città di Napoli. Saranno inoltre donati un macchinario sanitario per la tomografia computerizzata e farmaci dal valore di centomila euro rispettivamente da parte del Direttore Generale dell’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” dott. Attilio Bianchi e del Presidente dell’Ordine dei farmacisti dott. Vincenzo Santagada

A beneficiare delle donazioni sarà l’Ospedale Panzi, sito a Bukavu nella Repubblica democratica del Congo, fondato ediretto dal Premio Nobel. 

L’Ospedale insieme alla Fondazione Panzi rappresentano unpunto di riferimento per tutte le coraggiose donne congolesivittime di atrocità e abusi di genere nella regione del Kivu. L’evento, che sarà accompagnato dalle musiche dell’artista pluristrumentista Baba Sissoko, chiuderà con il dott. Mariano Lambiase che interpreterà le musiche della canzone classica napoletana. 

Nella mattinata di martedì 6in seguito ad un breve incontro conil Rettore Matteo Lorito presso la storica sede centraledell’Università Federico II di Napoli, alle ore 11:00 il Premio Nobel si recherà presso il nuovo complesso universitario di Scampia, sede della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II, dove sarà insignito della Laurea Honoris Causa in Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali. Alla cerimonia presso l’Aula Magna saranno invitati, tra gli altri, le fondazioni e le associazioni contro la violenza di genere, attive sul territorio.

Si tratta della prima volta che tale titolo di onorificenza verrà conferito nel complesso universitario di Scampia, scelto per lanciare un messaggio di vicinanza e di legame tra due aree spesso definite “periferie”. A seguire, nel pomeriggio dello stesso giorno, è previsto un incontro presso il Centro Missionario Diocesano di Napoli guidato dal missionario comboniani Padre Alex Zanotelli

Il giorno di mercoledì 7 si aprirà presso il Comune di Sant’AntimoAlle ore 9:00 un corteo di studenti accoglierà il Premio Nobel presso l’Istituto Scolastico Moscati. 

In seguito all’esibizione dell’Orchestra dell’IS. Moscati presso la Sala concerti dell’Istituto, il Primo Cittadino Massimo Buonanno conferirà la Cittadinanza Onoraria della città di Sant’Antimo al dottor Mukwege. Inoltre, nel corso dell’evento, sarà intitolata al Premio Nobel anche la Sala concerti dell’Istituto. 

In seguito alla solenne cerimonia, un corteo di studenti accompagnerà il dottor Mukwege per linaugurazione di due graffiti a lui dedicati. I due graffiti, commissionati dal Console Angelo Melone e realizzati nel quartiere San Vincenzo dall’artista Alessandro Ciambrone raggiungono un’altezza di venticinque metri.

Alle ore 12:00 il Salone dei Busti di Castel Capuano a Napoli ospiterà la Conferenza “No Peace Without Justice” organizzata dal Consolato della Repubblica democratica del Congo in collaborazione con l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri e l’Ordine degli Avvocati di Napoli. Tra i relatori ospiti figurano la Vicepresidente del Senato dott.ssa Maria Domenica Castellonela Presidente del Tribunale di Napoli dott.ssa Elisabetta Garzo, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati avv. Antonio Tafuri e il Presidente dell’Ordine dei Medici dott. Bruno Zuccarelli. La Conferenza, che presenterà la realtà odierna del Congo orientale, vedrà la testimonianza del dott. Mukwege e la sua richiesta di giustizia per le donne congolesi. In questa sede, infatti, il dottor Denis Mukwege terrà una Lectio Magistralis incentrata sui meccanismi giuridici adottati per garantire giustizia alle vittime e, nel caso congolese, per una riconciliazione che permetta al popolo di voltare pagina rispetto alle atrocità degli ultimi decenni e raggiungere una pace duratura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.