NAPOLI: A PONTICELLI ORDIGNO CONTRO AUTO DI ANNA FERRARA, DIRIGENTE DI SOS IMPRESA ANTIRACKET

La sera del 31 dicembre ignoti criminali hanno fatto esplodere a Ponticelli un ordigno sotto l’auto di Anna Ferrara (sopra nella foto con il presidente Luigi Cuomo, ndr), dirigente nazionale dell’associazione antiracket SOS IMPRESA Rete per la legalità Aps.

L’ordigno ha prodotto la distruzione dell’auto e diversi danni alle abitazioni circostanti, solo per un miracolo si è evitato danni, anche più gravi, a persone e cose: “la violenza e la vigliaccheria di questi personaggi non ha limiti e non deve essere tollerata. Le forze dell’ordine sono già al lavoro per individuare i responsabili del vile gesto intimidatorio. Questo episodio si ricollega a quanto già avvenuto nella stessa sera di dieci anni prima, quando un terzetto di delinquenti fece esplodere un ordigno sull’insegna del negozio di Anna con le stesse modalità intimidatorie”.

“Anna è una delle dirigenti di primo piano della nostra organizzazione nazionale e locale, ed è in prima fila da quindici anni nella lotta al racket nel quartiere di Ponticelli e di tutta la periferia a nord e ad est della città di Napoli -ha dichiarato il presidente nazionale di SOS IMPRESA RplL Aps Luigi Cuomo- che ha espresso la solidarietà e la vicinanza di tutta l’associazione nazionale e regionale di cui si è fatto portavoce. Anna non è sola in questo momento e devono sapere tutti, ha continuato Cuomo, che colpire Anna significa colpire tutta la nostra organizzazione. Stiamo già collaborando con le forze dell’ordine per giungere la più presto all’individuazione dei responsabili e per l’affermazione della legalità e della sicurezza nel quartiere dove vive e lavora Anna.”

La piena solidarietà e vicinanza è stata espressa anche dal vicepresidente vicario nazionale Pippo Scandurra che ha proposto di riunire la presidenza nazionale dell’associazione a Ponticelli nei prossimi giorni. “Anna è una nostra dirigente validissima, ha dichiarato Pippo Scandurra, alla quale la nostra associazione ha di recente attribuito a Roma il riconoscimento nazionale nell’ambito del trentennale della nascita di SOS IMPRESA.

Sarà chiesto un incontro riservato al Prefetto di Napoli per valutare eventuali ulteriori iniziative utili e necessarie a tutelare la sicurezza di Anna e di quanti si battono quotidianamente a favore della legalità e della giustizia contro la camorra, il racket e l’usura nella nostra provincia.

Don Tonino Palmese: “suo impegno è un esempio”

 “Vicinanza e solidarietà ad Anna Ferrara, dirigente nazionale dell’Associazione antiracket SOS IMPRESA, Rete per la Legalità Aps” viene espressa, in una nota, dal presidente don Tonino Palmese a nome dell’intera Fondazione Pol.i.s. della Regione Campania, “dopo che un ordigno è stato posizionato e fatto esplodere sotto la sua auto la sera del 31 dicembre 2022”.

“L’impegno di Anna contro la criminalità organizzata – si legge -, in particolare a Ponticelli e nella zona orientale di Napoli, è per noi motivo di esempio: negli ultimi tempi la sua collaborazione con la Fondazione Pol.i.s. è divenuta sempre più cospicua, accompagnandoci nel cammino di memoria delle vittime innocenti di reato e nella presa in carico dei loro familiari. Siamo certi – conclude don Palmese – che quanto accaduto rafforzerà ancora di più il suo impegno e la sua costante lotta contro il sopruso, la prevaricazione e la violenza dei clan”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.